Calcio Giovanili Buttò: “Vogliamo crescere in casa nuovi Parachì”. A Torregrotta gli stage del vivaio

Il responsabile del settore giovanile dell’ACR Messina stila un bilancio lusinghiero: “Vogliamo creare un valido serbatoio per la prima squadra. I giovani saranno fondamentali nei prossimi anni, in virtù dei nuovi regolamenti. Quest’anno si sono messi in luce Sciotto e Bonanno. A Catania abbiamo lanciato Calapai, Aveni ed Addamo”.

La stagione agonistica è già iniziata per il vivaio dell’ACR Messina. Dopo i provini sostenuti nelle scorse settimane al San Filippo da numerosi talenti in erba, il responsabile del settore giovanile Roberto Buttò ha programmato infatti uno stage che si svolgerà allo stadio comunale di Torregrotta: lunedì 24 giugno alle ore 17 è fissato il raduno per i giovani classe 1995 e 1996, che comporranno la nuova formazione “Berretti”; mercoledì 26 giugno alle ore 16 è previsto invece il raduno per i giovani classe 1997-1998, che entreranno a far parte della formazione “Allievi”, e 1999-2000, che militeranno nella categoria “Giovanissimi”.

L’evento è stato organizzato da Giuseppe Pellegrino, già preparatore dei portieri delle squadre Juniores ed Allievi nell’ultima stagione. L’obiettivo è quello di individuare gli innesti necessari per potenziare un vivaio che, dopo la promozione della prima squadra in Seconda Divisione, dovrà partecipare ai campionati nazionali GiovanissimiAllievi Berretti, ovvero la “Primavera” di Lega Pro.

Buttò è consapevole del salto di qualità che interesserà anche le giovanili: “Il livello tecnico si innalza perché andremo ad affrontare i vivai di formazioni professionistiche e non più soltanto campionati regionali. Nelle prossime settimane lavoreremo quindi più sulla qualità che sulla quantità, con un’impostazione differente rispetto ad un anno fa. Dovremo pescare anche fuori dalla provincia e non a caso svariati nominativi li abbiamo già individuati con le prime selezioni al San Filippo”.

La “Berretti”, che sarà composta da atleti del ’95 e del ’96, con la possibilità però di schierare nella stagione regolare quattro “fuori quota” del ’93 e del ’94 (non ammessi invece nei play-off), rappresenta una novità assoluta per il Messina, ma non per Buttò, che nel recente passato ha affrontato questa categoria sulla panchina del Catania“Sono state delle esperienze felici, anche perché abbiamo lanciato giovani di assoluta prospettiva. Tengo a citare ad esempio il difensore messinese Luca Calapai, un ’93 che ha già esordito in A con il Catania e che nell’ultima stagione ha militato a Barletta(collezionando ben 26 presenze in Prima Divisione, ndc), l’attaccante barcellonese Fabio Aveni, un ’94 che si è affermato nel campionato “Primavera” (realizzando complessivamente ben 29 reti, ndc) ed ottenendo la convocazione nella Rappresentativa Under 20 impegnata in Turchia, o ancora il centrocampista pattese Sem Addamo, anche lui titolare inamovibile nella “Primavera” etnea”.

Nella “Berretti” del Milazzo sono cresciuti invece almeno quattro giovani che si sono messi in luce anche nella prima squadra dell’ACR Messina, dopo il trasferimento in città. È il caso dell’attaccante Andrea Parachì (’92), peraltro autentico beniamino della tifoseria organizzata, dei difensori Gabriele Di Stefano(’93) e Salvatore Leo (’94) e del centrocampista Marco Guerriera (’92): “Il nostro obiettivo è proprio quello di creare un valido serbatoio per la prima squadra, in linea con quanto avvenuto già nel recente passato – evidenzia Buttò – I regolamenti introdotti in Lega Pro, in serie D ed in Eccellenza hanno peraltro accresciuto l’importanza del settore giovanile, che nei prossimi anni potrebbe diventare davvero fondamentale”.

Inevitabile quindi una battuta sulla possibile introduzione del parametro che imporrà, a meno che non si voglia rinunciare al sostanzioso contributo economico della Lega, un’età media ridotta in fase di allestimento della rosa: “Nei programmi iniziali del club elementi esperti e quotati come Corona edIgnoffo erano inamovibili. Adesso non so dirvi se il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno rivedrà o meno le sue scelte. Di certo i giovani se sono bravi devono giocare al di là degli obblighi di regolamento, ma le società dovrebbero essere libere di decidere la loro politica autonomamente, scegliendo la strada dell’esperienza o viceversa quella della valorizzazione dei giovani”.

Nell’ultima stagione si sono messi in evidenza almeno un paio di prospetti, che in futuro potrebbero rientrare nei piani della prima squadra: “Solitamente preferisco non fare nomi ma faccio un’eccezione per il giovanissimo difensore centrale Francesco Sciotto (milazzese, classe 1997, ndc) e per l’attaccanteTommaso Bonanno, un ’95 che abbiamo ceduto in prestito al Villafranca. Sempre alla formazione tirrenica era stato ceduto a titolo temporaneo il difensore Giuseppe Calabrò, altro prodotto della “Berretti” del Milazzo, mentre il centrocampista Antonino Chiappone ha esordito proprio con i rossoblu in Seconda Divisione. Nel loro caso la società dovrà decidere se tenerli in organico o cederli ancora in prestito”.

Il bilancio dell’annata d’esordio in riva allo Stretto è lusinghiero, anche grazie al titolo di Campioni Regionali conquistato dagli Allievi del tecnico Antonio Crisafulli“Siamo soddisfatti perché non era semplice ripartire quasi da zero. La Juniores ha perso immeritatamente ai rigori la semifinale con laNissa (poi battuta in finale dal Città di Messina, ndc). I Giovanissimi sono un bel gruppo in prospettiva e non a caso in stagione hanno realizzato complessivamente 125 gol, senza subire sconfitte fino ai play-off, quando siamo stati eliminati dal Gravina”.

Nelle foto: in alto un primo piano del responsabile del settore giovanile dell’ACR Messina Roberto Buttò, in basso una fase della sfida tra i peloritani ed il Real Cosenza, valida per la fase nazionale del campionato Allievi, il cui titolo regionale è andato proprio ai giallorossi.

ACR Messina-Real Cosenza, campionato Allievi
di Francesco Straface (24 Giugno 2013)
fonte articolo: Messina Sportiva

Informazioni su Redazione

Reporter X Hobby,la musica ...la Vita.

Pubblicato il 24 giugno 2013, in calcio, giovani, provincia di messina, Torregrotta con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Italiani a Parigi - Il blog dell'Italia a Parigi

Blog franco-siculo-italiano dedicato agli italiani a Parigi...e non solo

The Way We Go

Accounts Along the Camino De Santiago

My Life-My Inochi

Essence in my life

Blog do Rafael Oliveira

Espaço para falar principalmente sobre futebol internacional

Emilio Merayo

Karate news - noticias - nyheter

MOVIE MUSIC INTERNATIONAL.(formely movie music italiano)

FILM AND TELEVISION MUSIC FROM ALL OVER THE WORLD.

NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE

nemmeno costruendo una canoa.

Diario di Siria

Blog di Asmae Dachan "Scrivere per riscoprire il valore della vita umana"