Santa Lucia del Mela: Convegno Fidapa, alleanza tra uomini e donne per dire no al femminicidio

STOP AL FEMMINICIDIO. GRANDE PARTECIPAZIONE AL   CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA  LA FIDAPA BPW, SEZ. MERI’ VALLE DEL MELA. PSICHIATRI,PSICOLOGI, SOCIOLOGI ED AVVOCATI  A CONFRONTO.
MERI’, 18- 06-13 –  Una alleanza tra uomini e donne per dire no al femminicidio.
E’ quanto emerso dal convegno organizzato dalla Fidapa BPW, sez. Merì – Valle del Mela,  in collaborazione con lo studio Horus, l’Università degli studi di Messina ed il comune di Santa Lucia del Mela. L’incontro ha avuto luogo ieri nel palazzo di bio- architettura del comune luciese, meglio noto come ex carcere. In rappresentanza del distretto Sicilia è intervenuta la consigliera Letizia Bonanno, che ha portato alla presidente, Caterina Mastroeni e ai presenti i saluti della presidente regionale, Cettina Oliveri e partecipato con interesse  al dibattito che è scaturito dal convegno. Erano presenti inoltre il sindaco di San Filippo del Mela, Pasquale Aliprandi, e gli  assessori  di Santa Lucia del Mela, Elisabetta Lombardo, Santino Pandolfo e Rosario Torre.
Una pluralità di professionisti nei settori psicologico, psichiatrico, sociologico e legale si sono confrontati con il pubblico presente, fornendo, oltre che le nozioni basilari del concetto e della storia del femminicidio, indicazioni specifiche sulle cause del problema e sulle eventuali e possibili soluzioni.
Particolare interesse ha destato la relazione del professore Clemente Cedro, psichiatra, psicologo clinico e psicoterapeuta dell’ateneo messinese, Dipartimento di scienze Cognitive della formazione e degli studi culturali, il quale ha stigmatizzato il fatto che il femminicida (termine peraltro non presente nel nostro vocabolario, ma perfettamente confacente al soggetto che compie il femminicidio) sia in realtà una persona affetta da patologia, che necessita di un aiuto psicologico e di specifiche cure. Una inversione di tendenza, dunque, quella fatta dallo noto psichiatra, che anziché soffermarsi sulle donne, ha puntato l’attenzione sul l’uomo.  “Non dimentichiamo tuttavia – ha dichiarato il professore Cedro – che l’uomo ha sempre avuto, per sua indole e cultura degli atteggiamenti di sopraffazione nei confronti della donna. Un istinto primordiale, dunque, che va mitigato sin dall’infanzia e curato se si manifesta in età adulta”. Due pertanto gli aspetti chiave evidenziati dal docente: da una parte la necessità che le scuole educhino i bambini, sin dai primi anni al rispetto verso l’altro sesso e  dall’altra parte l’esigenza che la società, e dunque tutti, uomini e donne imparino ad aiutare chi ne abbia bisogno denunciando i casi di violenza  e favorendo processi di cura.
Si è invece focalizzato sugli aspetti sociologici del problema il  dott. Antonino Pino, counselor e sociologo clinico, il quale, sulla scorta dell’esistenza a Bologna di un centro, unico in Italia, di ascolto per uomini, ha sottolineato l’esigenza di replicare questa esperienza in altre parti d’Italia, e perchè no, anche nella Valle del Mela.
Ultimo, ma non meno importante, l’aspetto legale, a partire dal riconoscimento giuridico nazionale ed internazionale del concetto stesso di femminicidio,  discusso dall’avv. Maria Mostaccio, Mediatore professionale. A moderare  i lavori la dott. Elide Cacia, Educatrice professionale e couselor professionista avanzato.
Di femminicidio bisogna parlarne, così da formare le coscienze ed aiutare chi si trova in situazioni complicate a reagire!”– questo l’appello lanciato dalla presidente della sezione, Caterina Mastroeni, la quale ha sottolineato la necessità di creare strutture pronte ad offrire sostegno ed aiuto tanto alle vittime, quanto ai carnefici. “Così come non si può uscire dall’anoressia da soli – ha concluso Mastroeni – allo stesso modo per sconfiggere il femminicidio ogni donna ha bisogno di aggrapparsi a coloro che sono in grado di fornirle aiuto: da una parte le forze dell’ordine, dall’altra psicologi e psichiatri”.
Nel corso della serata è stato presentato un video sul flash mob contro la violenza sulle donne realizzato a Messina, piazza Cairoli da Claudia Greco,  studentessa di economia dell’ateneo messinese.
Dopo gli interventi ha avuto luogo un serrato dibattito sull’argomento. Numerose le domande poste da un  pubblico, oltre che numeroso, anche interessato e partecipe.
Nella foto una panoramica del tavolo dei relatori.
Da dx verso sx:  Elide Cacia, moderatrice; Caterina Mastroeni, presidente Fidapa BPW, sez. Merì- Valle del Mela; Maria Mostaccio, Avvocato;  Antonino Pino, sociologo;  Clemente Cedro, docente psichiatria Università di Messina;Elisabetta Lombardo, assessore comune Santa Lucia del Mela
MERI’, 18- 06-13 – Comunicato Ufficio Stampa Fidapa Bpw Italy
Sezione di Merì – Email: fidapa.stampa.meri@gmail.com

fonte Aurora Milazzo

Informazioni su Redazione

Reporter X Hobby,la musica ...la Vita.

Pubblicato il 24 giugno 2013, in Merì, news, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, sociale, solidarietà, Valle del Mela con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Italiani a Parigi - Il blog dell'Italia a Parigi

Blog franco-siculo-italiano dedicato agli italiani a Parigi...e non solo

The Way We Go

Accounts Along the Camino De Santiago

My Life-My Inochi

Essence in my life

Blog do Rafael Oliveira

Espaço para falar principalmente sobre futebol internacional

Emilio Merayo

Karate news - noticias - nyheter

MOVIE MUSIC INTERNATIONAL.(formely movie music italiano)

FILM AND TELEVISION MUSIC FROM ALL OVER THE WORLD.

NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE

nemmeno costruendo una canoa.

Diario di Siria

Blog di Asmae Dachan "Scrivere per riscoprire il valore della vita umana"