Barcellona ora cambia tutto. Capitan Bucci l’unico superstite dalla promozione dalla A dilettanti

“Good times for a change”. Potremmo partire da questo breve inciso della band inglese The Smiths nel quale si inaugurava – probabilmente – ciò che sarebbe stato per un uomo diviso tra le volontà e il suo futuro. D’accordo, enfatizziamone il senso, anche perché il cambiamento necessario per Ryan Bucci è già scritto e registrato. Dopo quattro lunghissime stagioni, un comunicato stampa della Sigma Barcellona ne ufficializza l’addio. «Si separano le strade della Sigma Barcellona e del capitano Ryan Bucci – si legge dalla nota diffusa ieri –. La guardia esce dal contratto e lascia Barcellona per una nuova destinazione. Tutta la Società Basket Barcellona saluta affettuosamente e ringrazia Ryan Bucci per l’apporto dato senza mai risparmiarsi, in campo e fuori, alla maglia giallorossa della quale ha orgogliosamente onorato i galloni di capitano ». Dunque, dopo il saluto a Manuele Mocavero, Barcellona perde anche l’ultimo dei suoi eroi della promozione in Legadue del 2010, giocatori che al di là del risultato puramente tecnico hanno condiviso col territorio una buona fetta della loro vita. Come ampiamente elencato, le strade si dividono a ragione di un futuro che – si presume – per ambedue le parti prescindeva dalla volontà di continuare nel rapporto. Perché il giocatore era legato da un altro anno di contratto ma con in serbo un’opzione di uscita dal rapporto che in sostanza è stata esercitata per fare da apripista al suo prossimo futuro (a giorni verrà ufficializzato il suo ingaggio a Ferentino dove ritroverà il suo ex compagno di squadra Guarino e il mentore Gramenzi, artefici insieme a lui della storica promozione). Ma dove stanno le colpe dell’addio? Perché non si è riusciti a trovare un filo conduttore condiviso? Cosa ha fatto la società per tentare di convincere Bucci? Interrogativi che dividono e non poco i commenti e le frasi dei tifosi, barcellonesi e non solo che hanno visto in Bucci (ma anche in Mocavero) l’uomo e il giocatore simbolo di un progetto votato al successo. D’altronde, sembrerebbe scontato non prendere in considerazione ciò che la Barcellona cestistica saluta, un atleta a 360 gradi che egregiamente ha saputo essere una “bandiera” sempre nel rispetto dei ruoli. Bucci arriva a Barcellona grazie al gm Sandro Santoro più di quattro anni fa, il 22 giugno 2009, ereditando il testimone da Mike Gizzi. Farà parte di quella storica formazione guidata da coach Franco Gramenzi, che conquista la Legadue dopo la finale contro Forlì a seguito della cavalcata in A Dilettanti (chiude da mvp della stagione con una media tra playoff e campionato a contatto con i 20 punti). Poi la seconda stagione in giallorosso è fondamentalmente la sua prima in Legadue, anche se l’esordio è in maglia Soresina (3 presenze nel 2008). Sotto la guida di Cesare Pancotto è la guardia titolare e segna 11.4 punti nei 28′ di media a gara fino all’eliminazione al secondo turno contro Casale Monferrato. L’anno dopo, nel difficile triumvirato Pancotto-Vanoncini-Sacco, pur dimezzando le presenze in quintetto resta in scia con le sue cifre dimostrando sempre gli attributi del leader. L’ultima stagione in maglia Sigma, ovvero la scorsa con Giovanni Perdichizzi, è un saliscendi di prestazioni. Vuoi per l’infortunio al setto nasale che lo ha condizionato e non poco, che per il ridimensionamento in termini di spazio vista la contemporanea presenza di Bell prima e del duo Hardy-Thomas poi (poco più di 15′ di media tra le due fasi per 7 punti a gara), la sua stagione non segna i suoi soliti… eccessi a parte i 24 punti nella gara contro la Fileni Jesi (suo high in Legadue). Come ovvio, però, ciò che Ryan Bucci rappresenta per Barcellona è tanto altro, soprattutto sotto il profilo professionale e umano. Persino lo stesso presidente Bonina, al di là di come si sia finito il ciclo in giallorosso, ha più volte sussurrato di considerarlo come un figlio. Lo stesso penseranno in tanti, che da oggi lo ritroveranno solo da avversario. Filosofie e concezioni dello sport.

fonte articolo: scoutingcenter.net

Informazioni su Redazione

Reporter X Hobby,la musica ...la Vita.

Pubblicato il 1 luglio 2013, in Barcellona P.G., basket, Sigma Barcellona con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Italiani a Parigi - Il blog dell'Italia a Parigi

Blog franco-siculo-italiano dedicato agli italiani a Parigi...e non solo

The Way We Go

Accounts Along the Camino De Santiago

My Life-My Inochi

Essence in my life

Blog do Rafael Oliveira

Espaço para falar principalmente sobre futebol internacional

Emilio Merayo

Karate news - noticias - nyheter

MOVIE MUSIC INTERNATIONAL.(formely movie music italiano)

FILM AND TELEVISION MUSIC FROM ALL OVER THE WORLD.

NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE

nemmeno costruendo una canoa.

Diario di Siria

Blog di Asmae Dachan "Scrivere per riscoprire il valore della vita umana"