ll “GRUPPO TEATRO LIBERO ” presenta “NON TI PAGO” commedia brillante di Eduardo De Filippo

ll GRUPPO TEATRO LIBERO  presenta NON TI PAGO commedia brillante di Eduardo De Filippoll “GRUPPO TEATRO LIBERO ” presenta “NON TI PAGO” commedia brillante in 3 atti di Eduardo De Filippo, Venerdì 9 agosto 2013 ore 21,00
Bau Park Spinesante Barcellona PG.

Trattasi di una commedia brillante, comica e farsesca, definita dalla critica teatrale “commedia del surreale o del sogno”, poiché raggiunge i limiti della follia, dal momento che è basata sulla credulità, sull’ignoranza, sulle superstizioni e credenze popolari. 

Il protagonista Ferdinando Quagliolo, è un tipico personaggio pirandelliano, ambiguo, surreale, che vive tra sogno e realtà. Gestore di un banco lotto a Napoli, uomo dai modi rigidi e caparbio è un appassionato giocatore, ma sfortunato; il suo più grande desiderio è quello di vincere un terno, però non riesce mai a realizzare questo suo sogno neppure grazie all’aiuto di Aglietiello che è “l’aiutante magico” di Don Ferdinando in quanto dalla lettura dei suoi sogni ne ricava come dichiara lo stesso Aglietiello un “costrutto di numeri per i terni e le quaterne”. Al contrario del suo impiegato Mario Bertolini, (innamorato e fidanzato di Stella, figlia di Don Ferdinando) che non solo interpretando i sogni riesce sempre a vincere ogni settimana ma addirittura un giorno è vincitore di una quaterna di quattro milioni delle vecchie lire grazie ai numeri “1-2-3-4“ suggeritegli in sogno dal defunto padre di don Ferdinando. Don Ferdinando invidioso della vincita dell’odiato futuro genero, va in delirio reclamando paradossalmente i diritti di vincita, e per ottenere ciò invoca la giustizia soprannaturale della defunta anima del padre. <<Nun o’ pozzo vedè! – esclama Ferdinando – E’ troppo fortunato […] nun c’è sabato ca nu pizzica ll’ambo..[  ] ‘o terno [  ] E mo se sonna ‘a mamma, mo se sonna ‘o pate, ‘a sora, ‘o frato, ‘e nepute, ‘e cognate, ‘a nunnerella [  ] Comme mette ‘a capa ncopp’ ‘o cuscino s’ ’e ssonna…Quanno s’addorme, accumencia ‘a Settimana Incom>>. Ciò è confermato dallo stesso Bertolini, il quale attribuisce i meriti delle sue fortune ai parenti defunti:<<Embè, c’aggia fa…’a fortuna m’assiste. Sarrà chell’anima santa d’a nunnarella mia, sarrà mammà e papà che ‘all’atu munno me vonno rputeggere…>>…Insomma iniziano tra i due protagonisti lunghe discussioni, in quanto Ferdinando proclama il suo diritto sulla vincita del denaro, dato che è stato suo padre (che forse non ricordando bene il nuovo indirizzo di casa del figlio si è recato presso l’ex abitazione della famiglia Quagliolo, nella quale ora vive per l’appunto il giovane Bertolini, e vedendo che Bertolini dormiva nella stanza dove una volta dormiva Don Ferdinando, ha commesso un involontario errore di persona dettando per errore nel sogno i numeri al giovane impiegato credendo invece di darli al figlio).
A questo punto il protagonista ruba esasperato il biglietto vincente al signor Bertolini, “Non ti pago!” gli urla infuriato, “O bilietto E’ mio! Manco nu squadrone ‘e cavalleria m’o leva dint’ a sacca. T”o viene a piglia’ ‘ncopp’ ‘o Tribunale”… e a chi come sua moglie Concetta lo accusa di essere invidioso nei confronti di Bertolini, lui, Don Ferdinando, si difende urlando che la sua << Non è invidia! Non è invidia, è sete di giustizia>>.
Donna Concetta sottolinea una tematica davvero rilevante in questa vincita, qualsiasi tipo di gioco o scommessa che consente al giocatore di ottenere il denaro vinto suscita inevitabilmente l’invidia da parte degli altri partecipanti al gioco che perennemente aspettano che prima o poi la Dea Bendata cada anche fra le loro braccia rendendoli ricchi. Egli per avvalorare il suo diritto sulla vincita, si rivolge infine ad un avvocato e ad un parroco, pensando addirittura di citare il defunto padre in tribunale; Bertolini rivolgendosi a Concetta dice:<<Quello vostro marito mi voleva far portare in tribunale la buon’anima del padre>>. Tuttavia dopo dispute surreali e il tentativo di intimorire l’avversario Bertolini con un colpo di pistola, Ferdinando è costretto a cedere la quaterna vincente. Amareggiato, il protagonista si rivolge al ritratto dell’anima defunta del padre, chiedendogli aiuto – ogni volta che Bertolini tenterà di incassare la vincita, dovrà subire una serie di dispiaceri -. Lanciata questa maledizione, il defunto padre sembra esaudire la volontà del figlio; infatti solo dopo aver patito tante disavventure, Bertolini rinuncia alla vincita e consegna il biglietto del lotto a Don Ferdinando.
Il tutto si conclude con un lieto fine. Bertolini ottiene dal suo titolare, il consenso di prendere in moglie la figlia Stella, così la vincita rimane in famiglia, dato che Don Ferdinando riconsegna al Bertolini il biglietto come regalo di nozze.

Nella commedia il profetismo eduardiano coglie la cruda realtà quotidiana, fatta di paure, angosce, timori, miseria, ma incanala, come scrive F. C. Greco anche “bisogni, attese, speranze e illusioni”. La meta è il paradiso terrestre, il bene materiale che dà dignità e rispetto ad un uomo che vive miseramente.

Informazioni su Redazione

Reporter X Hobby,la musica ...la Vita.

Pubblicato il 5 agosto 2013, in Barcellona P.G., Estate 2013, Eventi, teatro con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Italiani a Parigi - Il blog dell'Italia a Parigi

Blog franco-siculo-italiano dedicato agli italiani a Parigi...e non solo

The Way We Go

Accounts Along the Camino De Santiago

My Life-My Inochi

Essence in my life

Blog do Rafael Oliveira

Espaço para falar principalmente sobre futebol internacional

Emilio Merayo

Karate news - noticias - nyheter

MOVIE MUSIC INTERNATIONAL.(formely movie music italiano)

FILM AND TELEVISION MUSIC FROM ALL OVER THE WORLD.

NON SI POSSONO FERMARE LE NUVOLE

nemmeno costruendo una canoa.

Diario di Siria

Blog di Asmae Dachan "Scrivere per riscoprire il valore della vita umana"